Dirigenza

Ente Gestore: Congregazione delle Suore Figlie dell’Immacolata Concezione di Buenos Aires

Rappresentante Legale: Sr Natalina Fenaroli casarefic@gmail.com

La dirigenza gestionale fa capo al gestore della scuola e al suo Rappresentante Legale che assumono le responsabilità penali amministrative e civili, assicurano al rispondenza della struttura scolastica e dei materiali in uso alla normativa vigente. La gestione mantiene i rapporti con gli Enti locali e con gli organismi statali presenti sul territorio.

Coordinatrice dell'asilo nido, scuola dell'infanzia e primaria: Grazia Distefano direzione@istitutospiritosanto.it

La Coordinatrice coordina e preside il Collegio dei Docenti,è responsabile del regolare e corretto svolgimento dell'attività scolastica, vigila sull'efficienza dei servizi tecnici e amministrativi. Collabora con la gestione per una migliore organizzazione della scuola, promuove la partecipazione dei genitori alla vita della scuola. Insieme ai docenti, provvede alla compilazione, all'aggiornamento e alla realizzazione del Piano Triennale dell'Offerta Formativa ai sensi della normativa vigente (DPR 275/99) e dei documenti previsti a livello ministeriale, d'intesa con il Legale Rappresentante. Propone e valuta iniziative finalizzate all'ampliamento dell'offerta formativa della scuola (progetti, lingua straniera, psicomotricità, ...). Promuove collabora e condivide con il Gestore, ente religioso, iniziative a sostegno del progetto educativo della scuola ispirato ai principi dell'educazione cristiana. Stimola e favorisce la ricerca e l'innovazione pedagogica e propone iniziative di formazione e aggiornamento per il personale docente e non docente.

Alcuni funzioni specifiche coinvolgono poi sia il Rappresentante Legale che la Coordinatrice, per questo c'è sempre una preventiva concertazione in ordine a molti aspetti della scuola. Entrambe le figure infatti si occupano di promuovere e garantire l'identità con l'ispirazione cristiana della scuola, assumono responsabilità circa il progetto educativo della scuola, verificano la permanenza dei requisiti per il mantenimento della parità scolastica, autorizzano l'uso delle strutture della scuola da parte dei terzi